Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Ritorno al passato

02 Giu 2012

comune-di-giulianova

L’attuale situazione politica a Giulianova troverebbe sicuramente spazio in un manuale di scienza politica.

Certamente, bisognerebbe dedicare uno specifico capitolo a ciò che è avvenuto negli scorsi mesi e che tuttora accade, una sorta di unicum politicum, difficile da riscontrare in qualsiasi altra parte d’Italia (e lasciatemelo dire, del mondo).

Una miscela composta dal peggiore trasformismo politico di fine Ottocento, unito a quel “socialismo reale” in salsa giuliese (democratico, per l’amor di Dio, ma anche un po’ leninista!), che per anni, o meglio decenni, è stato dominante nella nostra ridente cittadina.

Partiamo dal primo elemento, il trasformismo: Cameli, il sindaco di centrodestra che aveva compiuto l’impresa storica di espugnare il feudo rosso giuliese, riesumato … scusate, ricandidato nel 2009, entra ufficialmente in maggioranza pochi mesi dopo la figlia, candidata con l’UDC in appoggio al padre (tanto per non farsi mancare un po’ di nepotismo).

Di Carlo, fedele vicesindaco, co-autore della storica espugnazione del fortino giuliese, candidato naturalmente in appoggio a Cameli, oramai da tempo è sostenitore della maggioranza, dichiarando che per lui la giunta è di centrodestra (secondo alcuni non avrebbe nemmeno tutti i torti).

Un profilo basso è, invece, tenuto da Ciccocelli, per mesi sui giornali in fiera opposizione a Mastromauro (si veda area sosta per i camper), che oggi si astiene … come disse Depretis: “Se qualcheduno vuole trasformarsi e diventare progressista, come posso io respingerlo?”.

Secondo elemento, il PCI giuliese che sembra essere risorto, o che forse non è mai morto, avendo soltanto cambiato i vari nomi. È noto che il grande stratega è il Dott. Antonio Franchi (che non si capisce perché, chiamano ancora senatore, come fosse una carica vita natural durante, al pari della pensione percepita). Ebbene, di fronte alle traversie vissute dal PCI, o se volete chiamatelo PD, mentre la maggioranza perde pezzi, il Dott. Franchi ha pensato, essendo il grande stratega, di riesumare qualche vecchio personaggio della politica locale, uno dei tanti compagni di mio padre alla FIGC. Senza contare i tanti personaggi sempre attivi, quelli con la tessera di partito da decenni, che si muovono dietro le quinte. Come dire, l’esperienza a DISSERVIZIO della comunità. Oltre a ciò, avrà sicuramente benedetto la alleanza con gli ex nemici, quelli che una volta vivevano ghettizzati a Giulianovagrad … non vorrei mettere in dubbio la sua forte influenza sulle scelte attuali, ci tengo a precisarlo.

È vero, oggi la situazione è difficile, ma questa classe politica, assieme a quella del centrodestra, ha svuotato le casse comunali, ed è corresponsabile della disastrosa situazione finanziaria. Riprova evidente ne sono le finanze comunali, prosciugate da nepotismo, clientelismo, consulenze, sprechi, oltre che una città da anni immobile, praticamente morta.

Io vorrei chiedere a loro quali idee, quali soluzioni hanno per il futuro, per risolvere i problemi, se continuano ad adottare in politica i peggiori schemi del passato, storicamente falliti. Forse è giunta l’ora di farsi da parte.

(Accingendomi a terminare questo articolo, penso che la prima cosa da fare sia controllare la cartina geografica, per capire se Giulianova è una città del Regno d’Italia, se ci sono ancora l’URSS e due Germanie).

Vota questo articolo
(3 Voti)
Ultima modifica il Martedì, 05 Giugno 2012 11:04

2 commenti

  • Link al commento Paolo Angelini

    Autore: Paolo Angelini
    Deve esserci stato un disguido tecnico, poiché in tutti post manca il nome dell'autore. Intanto io chiedo venia, sperando che il problema venga presto risolto.

    Mercoledì, 04 Luglio 2012 13:03 inviato da Paolo Angelini
  • Link al commento Carlo Di Marco

    Se parli in prim persona, è buona educazione che apponi anche la tua firma. Così. Solo per rispetto di chi legge :-)

    Mercoledì, 27 Giugno 2012 13:30 inviato da Carlo Di Marco
Devi effettuare il login per inviare commenti