Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Servizi ai cittadini

Scuole sicure: un miraggio.

10 Feb 2018 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

Come previsto e prevedibile, i cronoprogrammi per la messa in sicurezza delle scuole Pagliaccetti e Colleranesco non sono stati rispettati.

Annunciati la primavera dello scorso anno, il termine avrebbe dovuto essere il mese di dicembre 2017. E invece siamo qui a far presente che, come spesso accade, le scadenze non sono state rispettate, e che la riapertura delle scuole resta un miraggio. Ci chiediamo inoltre che fine abbiano fatto gli indici di vulnerabilità degli asili, tuttora sconosciuti.

Si è perso tempo, si sono spesi soldi, si è portato avanti un progetto del tutto sbagliato di ristrutturazione di edifici obsoleti, con il risultato che oggi tutto è ancora fermo. La soluzione della bioedilizia da noi proposta, che avrebbe garantito tempi e costi certi, non è stata considerata affatto, con i risultati che oggi abbiamo di fronte: ossia, tutto bloccato.

L’amministrazione è ormai ai titoli di coda, e di certo non risolverà la questione. Sarà dunque compito di chi amministrerà nel futuro fare fronte a questa situazione, come tante altre lasciate irrisolte dalla giunta Mastromauro. Bisognerà pensare alle soluzioni da noi proposte, ossia alla bioedilizia, che fornirà edifici sicuri con costi e tempi certi.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono passati molti mesi dai terremoti che hanno colpito la nostra regione: in tutto questo tempo non si è riusciti a trovare una soluzione valida per la sicurezza nelle scuole della nostra città. 
Il progetto della bioedilizia da noi proposto non è mai stato preso in considerazione dal comune, che ha preferito la ristrutturazione di vecchi edifici. È incredibile però che sia ancora tutto praticamente bloccato. 

Mastromauro ha abbandonato Giulianova. Il suo pensiero fisso rimane la poltrona di Montecitorio mente i ragazzi della scuola Media Pagliaccetti ancora non hanno una sede. Era stato richiesto un mutuo da 1.200.000 euro per la ristrutturazione del vecchio edificio ma ora vediamo quei soldi destinati ad altre opere pubbliche; slitta pertanto a data indefinita una soluzione definitiva per i tanti scolari del Paese che si trovano stipati in altri comprensori scolastici.

Un capitolo a parte meritano le scuole materne, per le quali non sono ancora noti i risultati delle verifiche di vulnerabilità sismica, attesi per fine anno. Tirando le somme dunque molti edifici restano chiusi, e non si è proceduto alle ristrutturazioni che erano state calendarizzate. Noi avevamo previsto e annunciato tutto, ma come sempre si è preferito andare avanti e tirare diritto, provocando enormi disagi a tante famiglie.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nuove luci e vecchi pali. In evidenza

01 Dic 2017 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

Progetto Paride: luci nuove, pali vecchi. La Heracomm fa profitto, i Giuliesi pagano.

Sono giunte diverse segnalazioni da parte dei cittadini che evidenziano, ancora una volta, le criticità del progetto Paride.
In varie zone della città, e in particolare su via Gramsci sono state sostituite le lampade, montate su pali della luce vecchi oramai di decenni.

Ricordiamo alla cittadinanza che il progetto Paride, vincola la nostra città per 24 anni e costa ai cittadini circa un milione di euro l’anno, che andranno alla famigerata Heracomm, la stessa che ha acquisito la Julia servizi, unica partecipata in attivo. 

Con l’aggiudicazione di questo appalto, da noi più volte criticato, la Heracomm si garantisce una bella fetta di entrate grazie alle tasse dei cittadini : per tanto è scandaloso che non si provveda a sostituire i vecchi pali della luce, molti dei quali oramai arruginiti.
Il progetto, difeso a spada tratta dall’amministrazione Mastromauro, che ha chiuso l’ultimo bilancio solo grazie ai soldi pagati dalla stessa Heracomm per la Julia servizi, si dimostra sempre più fallimentare.

Mastromauro andrà via lasciandoci vincolati per altri 20 anni con questa società, venuta a fare profitti con i soldi delle nostre tasse.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Negli scorsi giorni abbiamo appreso con sconforto quanto accaduto alla biblioteca comunale Bindi, chiusa a causa di infiltrazioni d’acqua.

Ricordiamo che la biblioteca era rimasta chiusa per lavori per sette anni, e riaperta a dicembre 2012. Dopo appena 5 anni, la biblioteca è stata nuovamente chiusa. Ci chiediamo come siano stati eseguiti in passato i lavori, e con quali criteri. Come mai le infiltrazioni di acqua sono continuate?

Molti dubbi aveva suscitato l’opera di restauro della pavimentazione, completamente fuori contesto, ma quello che è accaduto dopo le fortissime piogge, lascia basiti.
Le infiltrazioni sono state costanti negli anni probabilmente, e ciò che è accaduto negli scorsi giorni è solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. 

Solo l’ennesima dimostrazione di faciloneria, approssimazione e incuria.
Ma basta guardare il resto della città per capire che il problema è più ampio.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il fallimento del Progetto Paride inizia a vedersi anche a Giulianova.

Negli scorsi mesi, nei paesi vicini e in particolare a Mosciano, il Movimento 5 Stelle aveva denunciato problemi all’illuminazione. Nella nostra città molti lampioni sono spenti e l’illuminazione fioca. Il problema si presenta sul Viale Orsini, la principale via della città, a villa Pozzoni, su via Nievo e in altre parti.

Il Movimento 5 Stelle Giulianova si e’ sempre dichiarato favorevole ad un ammodernamento dell’impianto di illuminazione, ma ha più volte fatto presente le criticità del progetto Paride, che andava abbandonato già da tempo.
L’amministrazione Mastromauro ha invece insistito con un progetto che costerà alla nostra città circa un milione di euro all’anno, per 24 anni. La spesa annua resta invariata, e finiremo di pagare con i soldi delle nostre tasse, tra più di 20 anni. Nel frattempo la Hera Comm – che si è comprata pure la Julia servizi - rientrerà nell' investimento in meno di dieci anni, e tutto il resto sarà guadagno.

Noi cittadini pagheremo ancora una volta con le nostre tasse i fallimenti dell’amministrazione Mastromauro. Questa volta però, per più di 20 anni.

Margherita Trifoni Movimento 5 - Stelle

Vota questo articolo
(0 Voti)

Amministrazione bloccata.

06 Ott 2017 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

Tutto bloccato.

La questione autobus è solo l’ultima in ordine di tempo : la giunta Mastromauro non riesce più a garantire nemmeno un servizio essenziale.
Gli episodi di corruzione – di cui nessuno sembra mai essersi accorto - hanno macchiato in maniera indelebile l’immagine della nostra città, le scuole sono ancora in condizione precaria, e non si hanno al momento soluzioni definitive per il futuro. 
Il sindaco convoca una riunione sull’ospedale in assenza di qualsiasi interlocutore, dal momento che il PD regionale e D’alfonso hanno deciso che il nostro ospedale deve essere chiuso. I conti sono in profondo rosso, e hanno deciso di vendere una partecipata che chiudeva in utile, mentre la Giulianova patrimonio viene tenuta in vita.
Ciò che accade con il trasporto scolastico è solo l’ennesima riprova che questa amministrazione sta uccidendo la città, dimostrandosi ogni giorno, totalmente incapace di risolvere i problemi.

Margherita Trifoni - Movimento 5 stelle Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Più vigili all’entrata e all’uscita delle scuole.

A seguito delle segnalazioni dello scorso anno scolastico il Movimento 5 Stelle intende porre al sindaco e al comandante Iustini la questione vigili urbani e sicurezza scuole.
Più e più volte, è stata segnalata infatti la mancata presenza all’uscita o all’entrata delle scuole, dei vigili urbani, a causa della carenza di unità adibite a tale compito.
Sono infatti disponibili solamente 5 agenti per il turno, che ovviamente non bastano a coprire i plessi scolastici distribuiti sul territorio cittadino , tra lido e parte alta.

Il risultato è che gli agenti della municipale devono spostarsi (anche molto velocemente, se non a sirene spiegate (?)) da un istituto scolastico all’altro, per garantire la copertura parziale alla sicurezza degli studenti.
Chiediamo che la maggioranza degli agenti a disposizione venga destinata a tale incombenza, rinviando le eventuali presenze in ufficio negli orari che non impegnano gli agenti nella sicurezza studenti, ossia dopo le 9 e fino alle 12.15.
Su un totale di 18 unità, non ci sembra che destinare 5 unità per tutte le scuole cittadine, sia una ottimizzazione delle risorse a disposizione, e chiediamo di aumentare il numero di agenti destinati alla sicurezza dei bambini e degli studenti.

Bisognerebbe inoltre impegnare sulle strade più personale, nei fine settimana e nei giorni festivi.
Da madre, sono sicura che una maggiore presenza sarà enormemente apprezzata dai genitori.
Ringrazio il sindaco per la collaborazione.

Margherita Trifoni - Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Movimento 5 Stelle chiede agli uffici comunali la massima rapidità e solerzia nella disamina delle pratiche di occupazione di suolo pubblico, presentate da diverse settimane da varie attività.

Moltissimi commercianti giuliesi, al lido e al paese, lamentano l'estrema lentezza con cui procedono gli uffici comunali nell’espletamento dei controlli per la concessione delle occupazioni. Le richieste sono state presentate da tempo, e a stagione turistica oramai inoltrata ancora non arrivano risposte dagli uffici e dal dirigente Corinto Pirocchi.
Nel rispetto dei limiti imposti dalla legge e dai regolamenti, invitiamo gli uffici del comune a velocizzare l’iter: tali lentezze ed inefficienze stanno danneggiando chi lavora e crea lavoro per altri. I commercianti, le attività varie e gli artigiani vengono dunque penalizzati in un periodo fondamentale dell’anno, che garantisce una buona parte degli introiti.
Chi lavora e crea occupazione va messo – nel rispetto della legge – in condizioni di lavorare!

Facciamo presente alla cittadinanza che gli atti sui dehors cittadini, da noi richiesti un mese e mezzo fa, ancora non sono stati consegnati. Il Movimento vuole favorire la creazione di un regolamento ad hoc, che eviti tali ritardi ed inefficienze burocratiche, ma come al solito ci viene impedito.
Evidentemente ad alcuni la mancanza di un regolamento sui dehors fa comodo, per decidere in maniera arbitraria....

Ci riserviamo di procedere con un esposto al Prefetto per la mancata consegna di tale documentazione.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

In maggioranza oramai regna il caos.

 

La riunione di giunta sugli eventi è saltata e a ridosso dell’estate ancora poco si sa sul calendario.
Il verde versa nell’incuria più totale come hanno segnalato alcuni cittadini negli scorsi giorni, e come dimostra la tragedia che si è sfiorata con la caduta di un albero sul lungomare.La manutenzione delle strade è carente, ed è stata ancora una volta rinviata.


La guerra tra PD e Art-1, combattutasi anche con il defenestramento di Rosci dalla presidenza della commissione bilancio, sta di fatto paralizzando la nostra città. Il sindaco – oramai assente - dovrebbe prendere atto dello stato delle cose e rassegnare le proprie dimissioni. C’è solo da approvare il bilancio, e magari un cartellone minimo di eventi estivi per salvare il salvabile, dopo di che si proceda a sciogliere la consiliatura, invece di cercare di arrivare a ridosso delle elezioni per il parlamento del 2018.


L’esperienza di Mastromauro in città volge oramai al termine e l’immobilismo politico di una maggioranza che non esiste più, non può continuare a soffocare la nostra città. 

 

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Alcuni giorni fa è stato pubblicato il crono-programma della messa in sicurezza delle scuole cittadine: i lavori termineranno a Dicembre 2017, per cui all’inizio del prossimo anno scolastico la situazione resterà quella che stanno vivendo oggi le famiglie.
Dallo scorso marzo il Movimento 5 Stelle ha chiesto di utilizzare la bioedilizia e di non procedere alla ristrutturazione di edifici vecchi ed obsoleti, come le attuali scuole o il tribunale.

Avevamo detto che non si sarebbe fatto in tempo, e per questo avevamo chiesto scuole prefabbricate in legno, soluzione che, in un tempo minore, avrebbe garantito edifici nuovi, energeticamente efficienti e soprattutto più sicuri.

Invece sono stati stanziati due milioni di euro per i vecchi edifici e i lavori si protrarranno di fatto fino alla fine dell’anno.
Questa amministrazione non ha una visione di lungo periodo, ma cerca di mettere le pezze, escludendo soluzioni più rapide ed innovative. Sfortunatamente però i disservizi ricadranno sulla spalle dei nostri bambini e delle famiglie.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Movimento 5 Stelle Giulianova chiede al sindaco di rendere pubblici i risultati di tutte le relazioni di vulnerabilità, con relativi indici, effettuate in questi mesi nelle scuole.
E’ un sacrosanto diritto dei genitori e degli insegnanti, quello di conoscere quale sia lo stato delle strutture e dei plessi scolastici cittadini. Bisogna dunque rendere pubblici tali documenti e imprimere una decisa accelerazione ai controlli sugli edifici non ancora sottoposti a tali valutazioni tecniche.

Chiediamo di fare chiarezza sulla scuola materna di Colleranesco, e sui lavori nel 2012, come risulta dalla deliberazione di giunta 08-08-2012. Perché la scuola è stata chiusa? Quando si è proceduto ai lavori sono stati fatti tutti i dovuti controlli e le valutazioni antisismiche? Quanti soldi ha speso il comune?
Sono domande a cui deve essere data risposta.

Riteniamo gravissimo il fatto che la giunta Mastromauro e la maggioranza abbiano bocciato la mozione per i controlli, presentata dal Movimento 5 Stelle a Settembre. Solo in seguito ai gravi eventi di gennaio, ossia con quasi sei mesi di ritardo, si è proceduto a ciò che noi avevamo chiesto dopo il sisma di agosto, mandando in scuole non sicure i bambini e i ragazzi della nostra città. 

Troppo facile andare in Tv a raccontare solo una metà della storia.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)
Pagina 1 di 3