Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Ospedale: Mastromauro vai a casa!

18 Lug 2017
Pubblicato in Sanità

Il PD taglia la sanità pubblica. I cittadini se ne ricorderanno.

L’assessore Paolucci dimostra di non avere alcun rispetto per la nostra città e la nostra provincia.

Mentre il tavolo tecnico in regione lavora per far comprendere la necessità che un ospedale di primo livello sia ubicato sulla costa, la giunta esclude il nosocomio giuliese dai fondi per l’edilizia sanitaria. La ASL di Teramo invece ha annunciato la diminuzione dei posti letto nei reparti.

I pronto soccorso provinciali sono al collasso, e la presenza di turisti richiederebbe un potenziamento e una maggiore operatività dell’ospedale giuliese. Invece si declassa e si chiudono reparti.

Il sindaco Mastromauro aveva minacciato di restituire la fascia: se le parole hanno ancora un valore, gli chiediamo di procedere con un gesto forte e dimettersi, perché gli interlocutori regionali confermano ancora una volta di essere totalmente inaffidabili.

Quando si tornerà a votare ricorderemo ai cittadini che il Partito Democratico ha distrutto la sanità pubblica provinciale, per una mera scelta di convenienza politica. State certi che avendo seminato vento, raccoglierete tempesta, e avrete una lezione che ricorderete per molto tempo.

Il Movimento 5 Stelle - Giulianova continuerà a lottare, affinché nel 2019 si riveda il piano sanitario regionale, e come in tutte le altre province sia garantito un secondo ospedale, di primo livello, sulla costa.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Mastromauro al capolinea.

18 Mag 2017
Pubblicato in Servizi ai cittadini

In maggioranza oramai regna il caos.

 

La riunione di giunta sugli eventi è saltata e a ridosso dell’estate ancora poco si sa sul calendario.
Il verde versa nell’incuria più totale come hanno segnalato alcuni cittadini negli scorsi giorni, e come dimostra la tragedia che si è sfiorata con la caduta di un albero sul lungomare.La manutenzione delle strade è carente, ed è stata ancora una volta rinviata.


La guerra tra PD e Art-1, combattutasi anche con il defenestramento di Rosci dalla presidenza della commissione bilancio, sta di fatto paralizzando la nostra città. Il sindaco – oramai assente - dovrebbe prendere atto dello stato delle cose e rassegnare le proprie dimissioni. C’è solo da approvare il bilancio, e magari un cartellone minimo di eventi estivi per salvare il salvabile, dopo di che si proceda a sciogliere la consiliatura, invece di cercare di arrivare a ridosso delle elezioni per il parlamento del 2018.


L’esperienza di Mastromauro in città volge oramai al termine e l’immobilismo politico di una maggioranza che non esiste più, non può continuare a soffocare la nostra città. 

 

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Ospedale: Il Pd deve fare pace con se stesso.

05 Apr 2017
Pubblicato in Sanità
“É ora che il PD ed il suo segretario Filipponi capiscano che l’ospedale di Giulianova e l’assistenza sanitaria che viene prestata quotidianamente ai nostri cittadini sono una cosa seria, diversa da un balletto di fascia tricolore in pineta”.
Questo il commento del Gruppo MoVimento 5 Stelle di Giulianova che ha così proseguito: “Sono anni che assistiamo a continui andirivieni del Partito Democratico sul nosocomio cittadino che non hanno fatto altro che produrre proprio l’effetto contrario, visto che non solo del nuovo ospedale costiero non se ne vede neppure l’ombra ma sta continuando l’opera di depauperamento del presidio esistente senza che i nostri amministratori battano ciglio. Piuttosto che perdere tempo in inutili passerelle o sgrammaticati comunicati stampa il PD e il suo segretario facciano pace con se stessi e la smettano di prendere in giro i cittadini mettendo in campo una linea chiara ed univoca sull’ospedale. Se è vero, come dicono, che è fondamentale realizzare un nuovo presidio allora convincano i loro rappresentanti in Regione, in primis quelli teramani, Pepe, Mariani e Monticelli che, bocciando la risoluzione del Capogruppo del M5S, Mercante, diretta proprio alla realizzazione dell’ospedale costiero, hanno gettato la maschera e sconfessato il PD Giuliese e altri 10 sindaci.
Invece di organizzare incontri a porte chiuse con il manager Fagnano, Filipponi pensi ad interloquire con gli altri esponenti del suo partito, compreso l’Assessore Paolucci, se ha seriamente a cuore gli interessi dei nostri cittadini. Non si offenda, in caso contrario, se consideriamo le sue dichiarazioni solo evanescenti chiacchiere da bar. Dire, poi, che c’è stata una strumentalizzazione sull’ospedale giuliese da parte del MoVimento 5 Stelle è veramente assurdo, visto che l’unica strumentalizzazione è proprio quella del PD che continua a parole, da anni, a promettere il nuovo presidio quando, invece, nei fatti decide tutt’altro.
Se Mastromauro e Filipponi vogliono davvero che venga realizzato il nuovo ospedale costiero e scongiurare che l’ospedale unico si faccia a casa Mariani allora lo dimostrino concretamente ed abbiano il coraggio di opporsi realmente e fino in fondo alle decisioni dell’Assessore Paolucci, rassegnando, come già minacciato più volte, le dimissioni. Sappiano, che, in questo caso avrebbero l’appoggio incondizionato del MoVimento 5 Stelle perché, ed il messaggio deve essere chiaro a tutti, gli interessi dei cittadini si tutelano con i fatti e non con le chiacchiere da bar”.
Margherita Trifoni - MoVimento 5 Stelle Giulianova

La Julia Servizi agli amici del PD

11 Mar 2016
Pubblicato in Energia

Vendita Julia servizi: vincono gli amici del PD.

Come ampiamente previsto (anche sulla nostra pagina facebook) la Julia servizi è stata acquistata da una ditta di Bologna chiaramente vicina al Partito democratico, ossia la Hera Comm.
Mastromauro, supportato dal Pd e dalla sua maggioranza ha voluto far credere che la vendita fosse inevitabile, non ritirando il bando d’asta anche se è in corso il cambio della normativa sulla partecipate.
Una partecipata da sempre in utile, che fornisce gas ai Giuliesi, viene di fatto svenduta attraverso un’ asta a cui ha partecipato un solo offerente, ossia la Hera. Il bando stesso permetteva la vendita anche in caso di offerente unico. Mastromauro ha tirato diritto senza prestare ascolto alle nostre obiezioni, né a quelle delle altre forze di opposizione.  
Arriveranno dunque oltre 5 milioni di euro, ma state certi che vigileremo su come verranno spesi e non vi permetteremo di dilapidarli come avete fatto per i 6 milioni di euro del fondo cassa del comune. 
Vi siete presi la responsabilità di svendere il patrimonio cittadino: lo ricorderemo in futuro ai Giuliesi. Dovrete spiegare anche perché non avete dismesso la Giulianova patrimonio, che al contrario della Julia servizi non porta vantaggi economici alla città.


Margherita Trifoni – Movimento 5 Stelle Giulianova

Ritorno al passato

02 Giu 2012
Pubblicato in Notizie

comune-di-giulianova

L’attuale situazione politica a Giulianova troverebbe sicuramente spazio in un manuale di scienza politica.