Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Servizi ai cittadini

Il fallimento del Progetto Paride inizia a vedersi anche a Giulianova.

Negli scorsi mesi, nei paesi vicini e in particolare a Mosciano, il Movimento 5 Stelle aveva denunciato problemi all’illuminazione. Nella nostra città molti lampioni sono spenti e l’illuminazione fioca. Il problema si presenta sul Viale Orsini, la principale via della città, a villa Pozzoni, su via Nievo e in altre parti.

Il Movimento 5 Stelle Giulianova si e’ sempre dichiarato favorevole ad un ammodernamento dell’impianto di illuminazione, ma ha più volte fatto presente le criticità del progetto Paride, che andava abbandonato già da tempo.
L’amministrazione Mastromauro ha invece insistito con un progetto che costerà alla nostra città circa un milione di euro all’anno, per 24 anni. La spesa annua resta invariata, e finiremo di pagare con i soldi delle nostre tasse, tra più di 20 anni. Nel frattempo la Hera Comm – che si è comprata pure la Julia servizi - rientrerà nell' investimento in meno di dieci anni, e tutto il resto sarà guadagno.

Noi cittadini pagheremo ancora una volta con le nostre tasse i fallimenti dell’amministrazione Mastromauro. Questa volta però, per più di 20 anni.

Margherita Trifoni Movimento 5 - Stelle

Vota questo articolo
(0 Voti)

Amministrazione bloccata.

06 Ott 2017 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

Tutto bloccato.

La questione autobus è solo l’ultima in ordine di tempo : la giunta Mastromauro non riesce più a garantire nemmeno un servizio essenziale.
Gli episodi di corruzione – di cui nessuno sembra mai essersi accorto - hanno macchiato in maniera indelebile l’immagine della nostra città, le scuole sono ancora in condizione precaria, e non si hanno al momento soluzioni definitive per il futuro. 
Il sindaco convoca una riunione sull’ospedale in assenza di qualsiasi interlocutore, dal momento che il PD regionale e D’alfonso hanno deciso che il nostro ospedale deve essere chiuso. I conti sono in profondo rosso, e hanno deciso di vendere una partecipata che chiudeva in utile, mentre la Giulianova patrimonio viene tenuta in vita.
Ciò che accade con il trasporto scolastico è solo l’ennesima riprova che questa amministrazione sta uccidendo la città, dimostrandosi ogni giorno, totalmente incapace di risolvere i problemi.

Margherita Trifoni - Movimento 5 stelle Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Più vigili all’entrata e all’uscita delle scuole.

A seguito delle segnalazioni dello scorso anno scolastico il Movimento 5 Stelle intende porre al sindaco e al comandante Iustini la questione vigili urbani e sicurezza scuole.
Più e più volte, è stata segnalata infatti la mancata presenza all’uscita o all’entrata delle scuole, dei vigili urbani, a causa della carenza di unità adibite a tale compito.
Sono infatti disponibili solamente 5 agenti per il turno, che ovviamente non bastano a coprire i plessi scolastici distribuiti sul territorio cittadino , tra lido e parte alta.

Il risultato è che gli agenti della municipale devono spostarsi (anche molto velocemente, se non a sirene spiegate (?)) da un istituto scolastico all’altro, per garantire la copertura parziale alla sicurezza degli studenti.
Chiediamo che la maggioranza degli agenti a disposizione venga destinata a tale incombenza, rinviando le eventuali presenze in ufficio negli orari che non impegnano gli agenti nella sicurezza studenti, ossia dopo le 9 e fino alle 12.15.
Su un totale di 18 unità, non ci sembra che destinare 5 unità per tutte le scuole cittadine, sia una ottimizzazione delle risorse a disposizione, e chiediamo di aumentare il numero di agenti destinati alla sicurezza dei bambini e degli studenti.

Bisognerebbe inoltre impegnare sulle strade più personale, nei fine settimana e nei giorni festivi.
Da madre, sono sicura che una maggiore presenza sarà enormemente apprezzata dai genitori.
Ringrazio il sindaco per la collaborazione.

Margherita Trifoni - Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Movimento 5 Stelle chiede agli uffici comunali la massima rapidità e solerzia nella disamina delle pratiche di occupazione di suolo pubblico, presentate da diverse settimane da varie attività.

Moltissimi commercianti giuliesi, al lido e al paese, lamentano l'estrema lentezza con cui procedono gli uffici comunali nell’espletamento dei controlli per la concessione delle occupazioni. Le richieste sono state presentate da tempo, e a stagione turistica oramai inoltrata ancora non arrivano risposte dagli uffici e dal dirigente Corinto Pirocchi.
Nel rispetto dei limiti imposti dalla legge e dai regolamenti, invitiamo gli uffici del comune a velocizzare l’iter: tali lentezze ed inefficienze stanno danneggiando chi lavora e crea lavoro per altri. I commercianti, le attività varie e gli artigiani vengono dunque penalizzati in un periodo fondamentale dell’anno, che garantisce una buona parte degli introiti.
Chi lavora e crea occupazione va messo – nel rispetto della legge – in condizioni di lavorare!

Facciamo presente alla cittadinanza che gli atti sui dehors cittadini, da noi richiesti un mese e mezzo fa, ancora non sono stati consegnati. Il Movimento vuole favorire la creazione di un regolamento ad hoc, che eviti tali ritardi ed inefficienze burocratiche, ma come al solito ci viene impedito.
Evidentemente ad alcuni la mancanza di un regolamento sui dehors fa comodo, per decidere in maniera arbitraria....

Ci riserviamo di procedere con un esposto al Prefetto per la mancata consegna di tale documentazione.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

In maggioranza oramai regna il caos.

 

La riunione di giunta sugli eventi è saltata e a ridosso dell’estate ancora poco si sa sul calendario.
Il verde versa nell’incuria più totale come hanno segnalato alcuni cittadini negli scorsi giorni, e come dimostra la tragedia che si è sfiorata con la caduta di un albero sul lungomare.La manutenzione delle strade è carente, ed è stata ancora una volta rinviata.


La guerra tra PD e Art-1, combattutasi anche con il defenestramento di Rosci dalla presidenza della commissione bilancio, sta di fatto paralizzando la nostra città. Il sindaco – oramai assente - dovrebbe prendere atto dello stato delle cose e rassegnare le proprie dimissioni. C’è solo da approvare il bilancio, e magari un cartellone minimo di eventi estivi per salvare il salvabile, dopo di che si proceda a sciogliere la consiliatura, invece di cercare di arrivare a ridosso delle elezioni per il parlamento del 2018.


L’esperienza di Mastromauro in città volge oramai al termine e l’immobilismo politico di una maggioranza che non esiste più, non può continuare a soffocare la nostra città. 

 

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Alcuni giorni fa è stato pubblicato il crono-programma della messa in sicurezza delle scuole cittadine: i lavori termineranno a Dicembre 2017, per cui all’inizio del prossimo anno scolastico la situazione resterà quella che stanno vivendo oggi le famiglie.
Dallo scorso marzo il Movimento 5 Stelle ha chiesto di utilizzare la bioedilizia e di non procedere alla ristrutturazione di edifici vecchi ed obsoleti, come le attuali scuole o il tribunale.

Avevamo detto che non si sarebbe fatto in tempo, e per questo avevamo chiesto scuole prefabbricate in legno, soluzione che, in un tempo minore, avrebbe garantito edifici nuovi, energeticamente efficienti e soprattutto più sicuri.

Invece sono stati stanziati due milioni di euro per i vecchi edifici e i lavori si protrarranno di fatto fino alla fine dell’anno.
Questa amministrazione non ha una visione di lungo periodo, ma cerca di mettere le pezze, escludendo soluzioni più rapide ed innovative. Sfortunatamente però i disservizi ricadranno sulla spalle dei nostri bambini e delle famiglie.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Movimento 5 Stelle Giulianova chiede al sindaco di rendere pubblici i risultati di tutte le relazioni di vulnerabilità, con relativi indici, effettuate in questi mesi nelle scuole.
E’ un sacrosanto diritto dei genitori e degli insegnanti, quello di conoscere quale sia lo stato delle strutture e dei plessi scolastici cittadini. Bisogna dunque rendere pubblici tali documenti e imprimere una decisa accelerazione ai controlli sugli edifici non ancora sottoposti a tali valutazioni tecniche.

Chiediamo di fare chiarezza sulla scuola materna di Colleranesco, e sui lavori nel 2012, come risulta dalla deliberazione di giunta 08-08-2012. Perché la scuola è stata chiusa? Quando si è proceduto ai lavori sono stati fatti tutti i dovuti controlli e le valutazioni antisismiche? Quanti soldi ha speso il comune?
Sono domande a cui deve essere data risposta.

Riteniamo gravissimo il fatto che la giunta Mastromauro e la maggioranza abbiano bocciato la mozione per i controlli, presentata dal Movimento 5 Stelle a Settembre. Solo in seguito ai gravi eventi di gennaio, ossia con quasi sei mesi di ritardo, si è proceduto a ciò che noi avevamo chiesto dopo il sisma di agosto, mandando in scuole non sicure i bambini e i ragazzi della nostra città. 

Troppo facile andare in Tv a raccontare solo una metà della storia.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Scuole insicure.

30 Gen 2017 Scritto da Mauro Di Criscenzo
Pubblicato in Servizi ai cittadini

Perché la giunta ha bocciato la richiesta di controlli antisismici del Movimento?

Il Movimento 5 Stelle Giulianova aveva chiesto controlli antisismici nelle scuole qualche mese fa: la nostra mozione è stata bocciata in consiglio comunale dalla maggioranza e nell’indifferenza generale delle altre forze politiche presenti (solo Laura Ciafardoni ha votato a favore).

Siamo rimasti esterrefatti da tale atteggiamento e dalla risposta dell'assessore Guerrucci: mancavano solo tre asili ai controlli, questa la risposta. Solo tre asili, come se stessimo parlando di pareti da riverniciare. Ci chiediamo tra l'altro che fine abbia fatto il bando promesso dall'assessore Guerrucci per l'affidamento delle relazioni di vulnerabilità sisimica.

Adesso invece le scuole Pagliaccetti di Via Gramsci e Colleranesco restano chiuse, perché nessuno si prende la responsabilità di riaprirle. Bisognava investire qualche decina di migliaia di euro e invece i soldi venivano usati per altro.
Fondi che tra l’altro possono essere richiesti al governo, proprio perché utilizzati per eventi straordinari, conseguenza del sisma.
L’atteggiamento della giunta e delle forze politiche è del tutto irresponsabile. Ci spiegassero perché hanno bocciato quella mozione e mandato all’asilo e a scuola i bambini, dicendoci che tutto era tranquillo.

Pur di non approvare una proposta del Movimento, avete mandato gli studenti a scuola, in strutture non totalmente sicure.
E’ ora che andiate via tutti. Vergognatevi!

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Mastromauro e la maggioranza in ritardo con le verifiche di vulnerabilità sismica.

Nel consiglio comunale di mercoledì 21 dicembre la maggioranza ha bocciato la mozione presentata da Margherita Trifoni e dal Movimento 5 Stelle – Giulianova, che chiedeva degli specifici controlli sulla sicurezza strutturale e sulla vulnerabilità sismica degli edifici scolastici e i relativi interventi.

Data l’urgenza e l’importanza della questione, il Movimento 5 Stelle - Giulianova era disposto alla massima collaborazione, proponendo che fosse proprio la giunta ad affidare gli incarichi per le verifiche in tempi brevi, al fine di avere un quadro completo e certo della situazione. Ci è stato risposto che la maggior parte delle strutture scolastiche sono state verificate nella loro vulnerabilità, migliorate e alcune adeguate alle forze del sisma, e che non c’era bisogno di approvare la mozione. 
Mancano però - e non è cosa da poco - di relazione tecnica alla vulnerabilità sismica alcune scuole presenti sul territorio comunale che devono essere ad oggi ancora controllate da tecnici e messe in sicurezza: le scuole dell’infanzia “L’Annunziata” “V. Gobelli” e “Bivio Bellocchio”.

La stessa mozione, scritta dall’ingegnere Santino Ferretti, consigliere comunale M5S di Pineto è stata invece approvata dal PD di Pineto, con tanto di complimenti. Il PD giuliese stanzia invece 30.000 euro solamente per il Museo dello Splendore (cosa sicuramente giusta), ma subito dopo per le scuole nulla, e a due mesi dal secondo terremoto, i controlli vanno a rilento. Male, malissimo.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Movimento 5 Stelle si interroga sulla situazione della piscina comunale. La riapertura è prevista per l’inizio di dicembre, ma constatiamo che ad oggi (martedì 22 novembre) i lavori non sono ancora ricominciati.
Riassumiamo brevemente le vicenda kafkiana: a seguito del terremoto la piscina comunale era stata chiusa, e la riapertura annunciata per la metà di novembre. Poi la chiusura è stata prorogata al 20 novembre, in quanto la ditta a cui sono stati affidati i lavori era impegnata all’estero. Ora una ulteriore proroga e la piscina dovrebbe riaprire il 5 dicembre. 
Di fatto si sono perse tre settimane in attesa della ditta incaricata, che percepirà circa 20.000 euro.

Non sarebbe stato possibile affidare i lavori sulle canalizzazioni dell’impianto di areazione ad un’altra ditta? E’ normale aver perso tre settimane ed insistito con la stessa ditta? E’ possibile che gli utenti, le società sportive, i ragazzi che praticano il nuoto agonistico, che tante soddisfazioni hanno avuto negli ultimi tempi, abbiano dovuto subire tali disagi e non siano stati informati adeguatamente? 

In sintesi, un altro pasticcio di questa amministrazione, che ha perso tre settimane di tempo, creando enormi problemi agli utenti ed ai lavoratori.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

IL M5S PRESENTA UNA MOZIONE SULLA VULNERABILITA' SISMICA IN TUTTA LA PROVINCIA.

A seguito dei drammatici eventi del 24 agosto, che hanno colpito delle zone molto vicine alla nostra provincia, i consiglieri comunali del M5S della provincia di Teramo ritengono necessario che i Comuni pongano massima attenzione sulla sicurezza strutturale di tutti gli edifici pubblici.

Con la riapertura delle scuole, tutti gli amministratori locali solertemente hanno avviato una serie di sopralluoghi, al fine di verificare l’agibilità degli edifici scolastici, ma cio’ potrebbe non essere sufficiente. 

Pertanto i Consiglieri del M5S hanno presentato, nei rispettivi Comuni della provincia di Teramo, una mozione che vuole essere uno stimolo per arrivare in tempi brevi all’adeguamento sismico, nel rispetto delle vigenti normative, di tutti gli edifici scolastici della Provincia. 

Il MOVIMENTO 5 STELLE invita tutte le Amministrazioni comunali della Provincia di Teramo e la Provincia stessa ad adottare tale mozione che, con un impegno economico sostenibile, consente di garantire la sicurezza degli edifici scolastici, così da prevenire nuove ed evitabili tragedie.

I Gruppi M5S della Provincia di Teramo

Vota questo articolo
(0 Voti)
Pagina 1 di 3