Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Servizi ai cittadini

Sempre sorprese….in negativo!

Anche se in negativo, la giunta Mastromauro continua a sorprendere.
Dopo i 300.000 euro mai pagati all’Ambito sociale Tordino, arriva un contenzioso di 800.000 con la società Gaspari per il trasporto scolastico. La società infatti reclama circa 800.000 euro che il comune non avrebbe mai pagato per le prestazioni effettuate negli anni precedenti.
Il contratto di trasporto era stato rinnovato tra alcune polemiche e segnalazioni della cittadinanza, da noi riportate, secondo cui i bambini non viaggiavano in condizioni di sicurezza.  
In ogni caso, come per i lavori effettuati al campo Castrum, il comune decide di non pagare le prestazioni effettuate dalla ditta, che minaccia di sospendere il servizio. Ancora una volta quindi i ritardi dei pagamenti procurano difficoltà alle aziende e rischiano di sfociare in contenziosi. Oltre al danno economico, l’immagine della città viene colpita a causa delle inadempienze dell’amministrazione.
La fine dell’esperienza di sindaco di Mastromauro dicono che arriverà prima di Natale. Manca qualche mese… speriamo che il tempo passi in fretta. 

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

La narrativa Mastromauriana

23 Lug 2016 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

Castrum: solo storytelling alla Renzi, la realtà è ben diversa! Tempi di realizzazione raddoppiati.


Incredibile! Il sindaco esulta per i lavori al Castrum, che hanno un ritardo di sette mesi…. ritardo che tra l’altro aumenterà, dovendo essere messe le recinzioni e le luci.
I lavori (costati un milione di euro circa a regione e comune) dovevano essere terminati il 2 gennaio 2016….a luglio 2016 sono ancora in corso e il sindaco ha il barbaro coraggio di andare a fare propaganda, esprimendo la propria soddisfazione. 
Non ci sono parole. Il sindaco deve pagare le ditte che hanno lavorato, saldando i debiti, e scusarsi con la cittadinanza per i disagi causati. 

Il resto è solo propaganda che si scontra con i numeri reali! Storytelling alla Renzi, nulla più.

Margherita Trifoni- Movimento 5 Stelle Giulianova

Vota questo articolo
(2 Voti)

Dopo lunghi anni di chiusura per i necessari lavori di ristrutturazione, finalmente nel dicembre del 2012 la Biblioteca Civica “Vincenzo Bindi”, una delle più significative d’Abruzzo, fu di nuovo riaperta al pubblico. I locali, molti rari volumi tra cui alcuni incunaboli, e diversi quadri di grande pregio, furono nobilmente donati al comune di Giulianova dallo stimato studioso giuliese nel 1928.

Grande fu l’attesa per questo evento e grandi erano le aspettative di tornare ad avere un luogo di cultura fruibile e moderno. Cocente fu però la delusione nel vedere come erano stati trattati la Biblioteca e la Pinacoteca (tutt’ora chiusa e non ancora riallestita): stravolta l’atmosfera ottocentesca degli interni, alterata l’ambientazione originaria.

Passano pochi anni e l’amministrazione Mastromauro umilia ancora questo tempio del sapere facendone un guazzabuglio di attività che vanno ad occupare impropriamente Palazzo Bindi: Consulta del Turismo (con seminari e conferenze), sede dei servizi web e sociali, assessorato alla cultura e al turismo, ufficio Europa (quest’ultimo occupa la stanza spettante al Direttore, mentre il deposito del mezzano è diventato l’ufficio del direttore tecnico scientifico).
Insomma tutto tranne ciò che davvero occorre per rivitalizzare questo luogo, e cioè personale qualificato che garantisca un normale funzionamento della struttura e che possa poi procedere al riordino, all’inventariazione, alla catalogazione e all’informatizzazione dei servizi di cui la biblioteca ha urgente bisogno. L’assessore alla cultura, Nausica Cameli, e l’assessore al turismo, Gianluca Grimi, hanno annunciato la volontà di far diventare Palazzo Bindi il polo culturale-turistico di Giulianova pensando addirittura così facendo di “valorizzarlo”, dichiarando anche che “ovviamente il servizio bibliotecario rimarrà il punto di forza rappresentando l’essenza stessa del luogo” ignari però del fatto che da un anno la biblioteca non ha più personale, che segue orari ridotti rispetto a quelli indicati al pubblico, non riuscendo a garantire i servizi di base, tra cui l’accoglienza e il reference; inoltre nelle ultime settimane, con i funzionari prossimi alla pensione, l’apertura è occasionale, e non si ha la possibilità di avere un bibliotecario che sappia rispondere ad eventuali richieste di studiosi, ricercatori, studenti e lettori.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Da mesi senza stipendio

17 Mag 2016 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

Lo scarica barile.

Il Movimento 5 Stelle - Giulianova esprime il proprio supporto ai lavoratori della cooperativa Agorà che in mattinata si sono recati davanti al municipio, per chiedere le mensilità arretrate dello stipendio.  
Arretrati di tre mesi, che vengono pagati a singhiozzo. Il comune dà la colpa alla regione, la regione non si è nemmeno degnata di inviare qualcuno al tavolo con il prefetto. Resta soltanto l’incertezza.
Né il Pd, né i vari partiti di sinistra hanno incontrato i lavoratori davanti al municipio, tantomeno il sindaco, assente (così come è spesso assente in città), forse impegnato ad incontrare all’Aquila Matteo Renzi.
Noi del Movimento c’eravamo, abbiamo ribadito ai lavoratori che il comune ha 290.000 euro di debiti con l’ambito, debiti non ancora riconosciuti dal consiglio comunale. Abbiamo ribadito loro che verranno tagliati circa 200.000 euro dallo stanziamento che ogni anno il comune fa all’ambito.
Tutto ciò si tradurrà in stipendi più bassi e assunzioni non rinnovate. Inutile fare promesse, i lavoratori devono solo essere messi al corrente della situazione. I danni sono stati fatti negli scorsi anni e adesso si può provare soltanto a salvare il salvabile. 
Attendiamo le carte sui debiti richieste a dicembre. Così come per la delibera sul bilancio, l’opacità e la mancanza di trasparenza sono la caratteristica della giunta Mastromauro che con i partiti della maggioranza sono responsabili della situazione attuale.  

Margherita Trifoni – Movimento 5 Stelle

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dove sono i documenti?

27 Feb 2016 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

Il sindaco non consegna i documenti sull’Ambito Sociale Tordino

Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle – Giulianova annunciano il voto contrario alla proroga di due anni dell’Ambito Sociale Tordino, che si occupa di servizi sociali e che avrebbe dovuto essere sciolto a breve, ossia nel marzo 2016.
Il voto negativo è dovuto a una gestione che riteniamo essere del tutto insufficiente e opaca: il comune di Giulianova è il maggiore contributore (40% delle quote), ma oltre al pesante esborso annuo sono affiorati anche dei debiti fuori bilancio, per le prestazioni erogate negli anni 2011-2012. Circa 300.000 che saranno pagati in tre anni.
Nel mese di dicembre, ossia quasi tre mesi fa, abbiamo richiesto gli atti e i documenti relativi a tali debiti.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle si oppongono fermamente alla vendita della Julia Servizi, società che risulta essere in attivo
Si parla spesso di dismissione delle società partecipate. La maggioranza e Mastromauro devono mettere per prima cosa all’ordine del giorno la dismissione della Giulianova Patrimonio, partecipata totalmente inefficiente e in continua perdita.
Oltre a preservare i posti di lavoro della partecipata, la Julia servizi deve restare pubblica proprio a causa dell’importanza delle forniture gas. Infatti, se il Comune resta proprietario si può andare incontro ai cittadini anche in caso di ritardo dei pagamenti, a causa del momento di crisi economica. Una privatizzazione e le esigenze di profitto potrebbero rendere meno flessibile la riscossione crediti di chi non è in grado di pagare con ricadute negative per chi è in difficoltà.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Incubo Ruzzo

12 Dic 2015 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

A giugno Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle – Giulianova avevano denunciato gli aumenti del 6% sulle tariffe della Ruzzo S.p.a., un carrozzone che finanziato da anni da tutti gli abitanti della nostra provincia.
Condutture vecchie, perdite e carenza di acqua, in particolare durante il periodo estivo. Male, malissimo.
Quando le cose sembrano andare male pero’, state sicuri che andranno peggio: i cittadini saranno infatti costretti a pagare altre maggiorazioni del 19%, dovute a dei conguagli che servono a rimettere in piedi i disastrati conti del carrozzone della nostra provincia.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Assessore, ascolti i genitori!!

01 Ott 2015 Scritto da Admin
Pubblicato in Servizi ai cittadini

L’assessore Cameli ha accusato il Movimento 5 Stelle di fare polemiche assurde sulla questione degli orari dello scuola bus. 
Quelle che l’assessore chiama polemiche assurde, altro non sono che le segnalazioni e le proteste dei genitori, che hanno fatto presente come gli orari imposti dalla Gaspari siano del tutto inadatti, costringendo gli alunni a frequentare la scuola in base alle disponibilità del pulmino!
Dunque l’assessore adesso vada dai genitori e dica loro che le proteste sono del tutto infondate, soprattutto perché era a conoscienza del fatto che il servizio sarebbe stato ridotto, a fronte di una diminuzione della spesa del comune per il servizio.

Vota questo articolo
(3 Voti)

Sicurezza, degrado e bivacchi, basta con i proclami.

Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle Giulianova, alla luce dei gravi fatti verificatisi al Parco Franchi (rissa con feriti e intervento ambulanza), ed in seguito delle segnalazioni continue di bivacchi, oramai da mesi, chiedono al sindaco di richiedere urgentemente un incontro con il prefetto e un tavolo sulla sicurezza con le forze dell'ordine, come anche richiesto da altre forze di opposizione. E’ arrivato il momento di far fronte in maniera decisa ad una situazione che va deteriorandosi ogni giorno sempre di più e che rischia di diventare ben più grave nel futuro prossimo, e che l’amministrazione locale guidata da Mastromauro non è stata in grado di affrontare da sola.

Vota questo articolo
(2 Voti)

Scusate abbiamo sbagliato: ossia sulla TARI non abbiamo sbagliato.
Il Sindaco e l’assessore Verdecchia confermano i dubbi avanzati dal Movimento 5 Stelle - Giulianova, ossia che l’incertezza e l’impreparazione in giunta regnano sovrane: il sindaco dice una cosa, l’assessore un’altra.

Vota questo articolo
(0 Voti)

La giunta si è appropriata della proposta del Movimento 5 Stelle sul Baratto Amministrativo, presentata dalla Consigliera Trifoni ad inizio estate, per nascondere le nefandezze e i danni che sta arrecando ai cittadini Giuliesi, come dimostra il fallimento milionario del CIRSU, di cui Mastromauro è tra i principali responsabili. Un modo per coprire l’incompetenza politica, l’immobilismo e l’aumento della pressione fiscale inflitta ai cittadini tramite le tasse.

Vota questo articolo
(0 Voti)
Pagina 2 di 3