Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Bandi pubblici

Un appalto poco chiaro.

31 Mag 2017 Scritto da Mauro Di Criscenzo
Pubblicato in Bandi pubblici

La Guardia di Finanza è intervenuta nel nostro comune, coinvolgendo mezzo Palazzo di città, con arresti eccellenti, tra cui l’ex assessore Nello Di Giacinto, il presidente della Giulianova Patrimonio Di Giambattista e la dirigente del settore urbanistica, Maria Angela Mastropietro. Starebbe emergendo un sistema di potere e corruzione. Il sindaco – per il quale ribadiamo la necessità di una mozione di sfiducia - e il segretario comunale, responsabile anticorruzione, sembrano cadere dalle nuvole, dicendo ai cittadini che in questi anni non si sono accorti di nulla.

Il Movimento 5 stelle non ci sta e dopo aver chiesto le dimissioni del sindaco e la rimozione della responsabile anticorruzione Daniela Marini per incapacità manifesta (e la restituzione del bonus conferitole nel 2016), continua la sua lotta affinché sia assicurata in città la legalità. Margherita Trifoni vuol denunciare il modus operandi nella gestione del comune e della sua partecipata Giulianova Patrimonio. Come venivano affidate le gare di appalto? Come venivano scelti i fornitori, visto che da una prima analisi emergerebbero spesso le stesse aziende e gli stessi nomi? Un esempio per tutti: basta vedere il bando di 2 milioni di euro per la realizzazione di 18 alloggi di edilizia residenziale in via Bellini, per conto della Giulianova Patrimonio.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ristrutturazione impianti sportivi.


Il Movimento 5 Stelle - Giulianova invita la giunta comunale a ricorrere ai contributi di cofinanziamento (50%) e ristrutturazione degli impianti sportivi previsti dalla Regione Abruzzo, con deliberazione 950 del 30 dicembre 2016.
La regione ha infatti prorogato al 31.07.2017 il termine entro cui ultimare i lavori e trasmettere la richiesta di erogazione di saldo.
In tal modo il comune potrebbe recuperare la metà dei fondi spesi per la ristrutturazione della piscina, e porre in essere interventi mirati, ad esempio presso il campo di Atletica G. Massi.


Come detto la scadenza del bando è stata prorogata alla fine di luglio, per cui in poche settimane il comune potrebbe provvedere ad affidare i lavori per apportare interventi migliorativi presso alcune delle strutture cittadine e chiedere che siano ultimati a stretto giro. Invitiamo inoltre a monitorare il bando in futuro, affinché siano posti in essere interventi più sostanziali in particolare presso il campo di atletica, che ha perso i requisiti per l’omologazione.


Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Giulianova- Sindaco e PD alla frutta.

Il cerchio sembra non chiudersi mai a Giulianova da quando il Partito Democratico amministra la città. Questa volta a finire sotto la lente della magistratura è la dirigente Mastropietro, indagata per un giro di mazzette in cambio di appalti a Giulianova e per abuso d’ufficio, turbativa d’asta e falso al Comune di Roseto. 

Non sappiamo se la dirigente sia solo la punta dell'iceberg, oppure se il sindaco Mastromauro sia incapace di amministrare la città, non riuscendo neanche a vigilare sugli uffici di Palazzo: ma sarà la magistratura a dirlo. 
Il Movimento si occupa di politica e continua a ribadire le sue preoccupazioni per come si sta amministrando la città da anni. 
Lo stesso provvedimento di trasferire la Mastropietro ad altro incarico sembra un provvedimento poco efficace visto che la stessa dirigente, con nuovo incarico al bilancio dovrà effettuare mandati di pagamento per conto del Comune - per oltre 5 milioni di euro - alla società Eco.Te.Di, società smaltimento rifiuti che opera nella nostra città, per metà di proprietà della società Diodoro Ecologica s.r.l, che ha come legale rappresentate Ercole Diodoro, che da quanto si apprende è indagato con la dirigente stessa….. ci sorgono molti dubbi.

Ringraziamo Mastromauro per il suo modo di operare, così facendo sta portando molti elettori verso il Movimento 5 Stelle, e di questo passo alle prossime elezioni non servirà neanche far campagna elettorale. 
Il problema resta per la città di Giulianova ormai finita in un pantano senza precedenti. 

Margherita Trifoni - Movimento 5 stelle Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Occorrono provvedimenti più seri per la dirigente Mastropietro. 

Ci si aspettava un provvedimento ben più serio di una rotazione di ruolo tra due dirigenti, dopo quanto accaduto con la dirigente Mastropietro, indagata per ben due volte, in poco più di due anni. 

Ricordiamo che la prima indagine è scattata per l'appalto sui rifiuti. Ora invece le ipotesi di reato vanno dalla corruzione, all'abuso d’ufficio, alla turbativa d’asta. Reati che se confermati sarebbero gravissimi. La dirigente Mastropietro ricopre un ruolo delicato in comune, ma ha avuto anche altri incarichi all'interno dello stesso. 
Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle - Giulianova sono molto preoccupati per come si sta amministrando la cosa pubblica: ”con queste indagini, nuovi e preoccupanti interrogativi sorgono sulla gestione delle grandi questioni della città”. Il Sindaco ancora una volta, con l'atto di rotazione dei dirigenti, da' riprova della sua inconsistenza e non si assume la responsabilità di prendere un provvedimento ben più serio, al fine di creare un clima più sereno in comune e di tutelare l'indagata stessa.
Mastromauro si dimostra così sempre meno adeguato a ricoprire la carica di primo cittadino, di garante e rappresentante della città tutta.

Il M5S si chiede se il Sindaco si sia avvalso del parere del O.I.V. (organismo indipendente di valutazione), o del responsabile anti corruzione del comune, o se abbia preso questa decisione da solo. Solo una sospensione dal settore ambiente e nessun provvedimento dopo la prima indagine, ora solo uno spostamento di ufficio.
Cosa pensano al riguardo le forze di maggioranza? Tale provvedimento è ritenuto adeguato, o forse bisognava essere più incisivi, e sospendere la dirigente, come noi del Movimento riteniamo più giusto?

Margherita Trifoni - Movimento 5 Stelle Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Capogruppo del Movimento 5 stelle Margherita Trifoni, in merito all’indagine giudiziaria della Guardia di Finanza e le diverse ipotesi di reato, dall'abuso d’ufficio, alla corruzione, alla turbativa d’asta che stanno colpendo per la seconda volta in due anni la Dirigente del Comune e gli Uffici tecnici del Comune di Giulianova, è molto preoccupata e chiede spiegazioni al Sindaco.

Non si può continuare a girare la testa o metterla sotto la sabbia come gli struzzi e nascondere quello che sta accadendo a Giulianova. È ora che il Sindaco e il partito di maggioranza (Pd) si prendano le loro responsabilità, vengano in aula e informino tutto il Consiglio Comunale e la cittadinanza.

Margherita Trifoni - Movimento 5 Stelle Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

A Febbraio 2016 chiedemmo all'assessore ai lavori pubblici Guerrucci perchè i lavori al Campo Castrum erano in ritardo con la consegna. Ovviamente nessuna risposta in merito; ad oggi sappiamo che la ditta è stata rimossa per inadempienze tecniche.

Il Movimento 5 Stelle – Giulianova è stato contattato dalla ditta Sfera s.r.l. che vuole chiarire alcuni punti sulla controversa vicenda dei lavori al campo Castrum e sulla rescissione del contratto per la realizzazione dei lavori.

In particolare dopo un articolo uscito sul giornale Il Centro domenica 12-06-2015 che ha suscitato molte polemiche, la società Sfera s.r.l. intende  - come detto - fare alcune precisazioni:

_____________________________________________________________________________

 
"I lavori sono iniziati a luglio 2015 e nel mese di ottobre 2015 la ditta è stata invitata dai tecnici del comune ad effettuare alcuni lavori che non erano previsti nel bando iniziale, che la Sfera definisce di una certa consistenza: spogliatoi e area esterna al campo.
La ditta, che naturalmente assecondava tale richiesta del comune, premette che vi erano alcune difficoltà con la liquidità che avevano allungato i tempi dei lavori, per cui ha chiesto al comune di pagare nel mese di marzo 2016 una parte dei lavori, che ammontavano a 150.000 euro, in modo tale da avere liquidità per completare i lavori.
 
Secondo la ditta, le due tranches di pagamento erano dovute rispettivamente a 60 e 120 giorni a partire da luglio 2015, ma il comune non ha effettuato tali pagamenti, per cui non si è provveduto a liquidare parzialmente i lavori effettuati, in modo tale di permettere alla ditta Sfera di avere liquidità e proseguire i lavori.
Vota questo articolo
(0 Voti)

No alla stazione unica appaltante

08 Apr 2016 Scritto da Admin
Pubblicato in Bandi pubblici

E’ noto ai più che nel programma Nazionale del movimento 5 stelle, l’abolizione delle Provincie rimane un punto fermo: per noi questi enti intermedi, oramai neanche più elettivi, devono essere smantellati definitivamente in quanto rimangono delle mangiatoie di vecchi politici e quindi un ulteriore spreco di denari pubblici. La stazione unica appaltante della Provincia di Teramo (SUA-Te) è molto opaca, poco trasparente e attualmente poco usata dai comuni della Provincia. Basta andare sul sito, alla sezione bandi pubblici e capire l’approssimazione della gestione del servizio, addirittura le pubblicazioni sono ferme al 2015. Inoltre questa convenzione graverebbe oltremodo sulle casse comunali in quanto il servizio ha un costo ulteriore per il comune, a seconda degli scaglioni degli importi delle gare.

Il Movimento 5 stelle è contrario a questa convenzione e propone invece, a questa assise civica, di intraprendere un programma di razionalizzazione degli acquisti di beni e servizi sotto soglia comunitaria, attraverso l’utilizzo della piattaforma MEPA - il Mercato elettronico della pubblica amministrazione -, strumento gestito da Consip per conto del Ministero dell’Economia e Finanze.

In questo mercato interamente virtuale, garantito da organi terzi quali l’AGCOM, e usato già dal comune di Parma sotto amministrazione 5 Stelle, il Comune di Giulianova potrà incontrare e perfezionare on line contratti di fornitura con una Richiesta di offerta (RdO) grazie alla quale potrà chiedere ai fornitori abilitati diversi preventivi e offerte sulla base di specifiche esigenze. Questo sistema, totalmente trasparente e chiaro, assicura aderenza ai principi comunitari di rotazione e libera concorrenza, viene utilizzato da molti enti pubblici, sugli affidamenti diretti e i cottimi fiduciari si hanno risparmi fino al 30% dei costi attuali.

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

In pochi forse ricordano il bando di riqualificazione del mercato coperto redatto nel 2011 dal presidente della Giulianova patrimonio, l’Arch. Filippo Di Giambattista. Un bando d’affidamento d’incarico professionale, inferiore all’importo di 100.000 euro, di tipo diretto e fiduciario a dir poco pasticciato, totalmente arbitrario, autoreferenziato, a tratti fantasioso nella sua formulazione.

Vota questo articolo
(2 Voti)

I soliti noti ...

17 Lug 2014 Scritto da M5S Giulianova
Pubblicato in Bandi pubblici

 

Vista la nota del 30 Giugno 2014 dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Teramo con la quale si contesta il bando d’affidamento d’incarico di servizi professionali per la ristrutturazione del Kursaal e di 18 alloggi di edilizia convenzionata e la realizzazione di un parcheggio in via Bellini , dichiarando illegittima la procedura perché non viene fatto alcun riferimento alla determinazione dell’importo a base d’asta, rinnoviamo la richiesta di una giusta procedura da seguire per la redazione del bando in oggetto.

Vota questo articolo
(0 Voti)