Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Mastromauro e la maggioranza in ritardo con le verifiche di vulnerabilità sismica.

Nel consiglio comunale di mercoledì 21 dicembre la maggioranza ha bocciato la mozione presentata da Margherita Trifoni e dal Movimento 5 Stelle – Giulianova, che chiedeva degli specifici controlli sulla sicurezza strutturale e sulla vulnerabilità sismica degli edifici scolastici e i relativi interventi.

Data l’urgenza e l’importanza della questione, il Movimento 5 Stelle - Giulianova era disposto alla massima collaborazione, proponendo che fosse proprio la giunta ad affidare gli incarichi per le verifiche in tempi brevi, al fine di avere un quadro completo e certo della situazione. Ci è stato risposto che la maggior parte delle strutture scolastiche sono state verificate nella loro vulnerabilità, migliorate e alcune adeguate alle forze del sisma, e che non c’era bisogno di approvare la mozione. 
Mancano però - e non è cosa da poco - di relazione tecnica alla vulnerabilità sismica alcune scuole presenti sul territorio comunale che devono essere ad oggi ancora controllate da tecnici e messe in sicurezza: le scuole dell’infanzia “L’Annunziata” “V. Gobelli” e “Bivio Bellocchio”.

La stessa mozione, scritta dall’ingegnere Santino Ferretti, consigliere comunale M5S di Pineto è stata invece approvata dal PD di Pineto, con tanto di complimenti. Il PD giuliese stanzia invece 30.000 euro solamente per il Museo dello Splendore (cosa sicuramente giusta), ma subito dopo per le scuole nulla, e a due mesi dal secondo terremoto, i controlli vanno a rilento. Male, malissimo.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Pubblicato in Servizi ai cittadini
Giovedì, 10 Dicembre 2015 15:13

Chiudo o vendo tutto.

Di fronte al pre-dissesto finanziario, dinanzi alla potenziale bancarotta delle casse comunali, la seconda Giunta Mastromauro con il rinnovato appoggio del Pd, ha palesemente scelto di far cassa con la vendita del patrimonio pubblico giuliese.
Non si può continuare a pagare i debiti pregressi con altri debiti, è arrivato il momento di vendere!
E quindi si procede alla redazione del bando per la cessione della Julia Servizi, unica municipalizzata in utile, si mettono all’asta i terreni edificabili della zona turistica E2.1 e un lotto in area produttiva PIP a Colleranesco e giacché ci siamo, cediamo gratuitamente la gestione della cura del verde pubblico ai privati. 

Pubblicato in Bilancio