Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Sabato, 04 Giugno 2016 09:37

Palazzo Bindi: un'occupazione impropria!!

Dopo lunghi anni di chiusura per i necessari lavori di ristrutturazione, finalmente nel dicembre del 2012 la Biblioteca Civica “Vincenzo Bindi”, una delle più significative d’Abruzzo, fu di nuovo riaperta al pubblico. I locali, molti rari volumi tra cui alcuni incunaboli, e diversi quadri di grande pregio, furono nobilmente donati al comune di Giulianova dallo stimato studioso giuliese nel 1928.

Grande fu l’attesa per questo evento e grandi erano le aspettative di tornare ad avere un luogo di cultura fruibile e moderno. Cocente fu però la delusione nel vedere come erano stati trattati la Biblioteca e la Pinacoteca (tutt’ora chiusa e non ancora riallestita): stravolta l’atmosfera ottocentesca degli interni, alterata l’ambientazione originaria.

Passano pochi anni e l’amministrazione Mastromauro umilia ancora questo tempio del sapere facendone un guazzabuglio di attività che vanno ad occupare impropriamente Palazzo Bindi: Consulta del Turismo (con seminari e conferenze), sede dei servizi web e sociali, assessorato alla cultura e al turismo, ufficio Europa (quest’ultimo occupa la stanza spettante al Direttore, mentre il deposito del mezzano è diventato l’ufficio del direttore tecnico scientifico).
Insomma tutto tranne ciò che davvero occorre per rivitalizzare questo luogo, e cioè personale qualificato che garantisca un normale funzionamento della struttura e che possa poi procedere al riordino, all’inventariazione, alla catalogazione e all’informatizzazione dei servizi di cui la biblioteca ha urgente bisogno. L’assessore alla cultura, Nausica Cameli, e l’assessore al turismo, Gianluca Grimi, hanno annunciato la volontà di far diventare Palazzo Bindi il polo culturale-turistico di Giulianova pensando addirittura così facendo di “valorizzarlo”, dichiarando anche che “ovviamente il servizio bibliotecario rimarrà il punto di forza rappresentando l’essenza stessa del luogo” ignari però del fatto che da un anno la biblioteca non ha più personale, che segue orari ridotti rispetto a quelli indicati al pubblico, non riuscendo a garantire i servizi di base, tra cui l’accoglienza e il reference; inoltre nelle ultime settimane, con i funzionari prossimi alla pensione, l’apertura è occasionale, e non si ha la possibilità di avere un bibliotecario che sappia rispondere ad eventuali richieste di studiosi, ricercatori, studenti e lettori.

Pubblicato in Servizi ai cittadini
Venerdì, 22 Aprile 2016 12:32

Grimi vai a casa!!!

Una bella bordata per Grimi: perché non usare i 20.000 buttati dal comune per finanziare eventi?

Il Movimento 5 Stelle - Giulianova chiede le dimissioni dell’assessore Grimi.

Il momento economico è molto difficile per le attività commerciali giuliesi. La stagione estiva dovrebbe essere il momento in cui concentrare i maggiori sforzi per poter tirare il fiato. L’incontro di qualche giorno fa tra l’assessore Grimi e i commercianti per l’organizzazione degli eventi estivi ha avuto un esito che potremmo definire quasi disastroso.
L’atteggiamento di Grimi non può essere accettato, nei modi e nei toni: non può presentarsi ad una assemblea dicendo che non ci sono i soldi punto e basta e che i commercianti devono finanziarsi da soli. Il muro contro muro è inaccettabile, specialmente per l’organizzazione del cartellone estivo degli eventi, che determinerà il corso della stagione estiva in città.

Chiediamo a Grimi se i quasi 10.000 euro spesi per il ricorso perso per il fallimento del Cirsu, i 3.000 euro di risarcimento per l'ampliamento illegittimo, secondo il TAR, del palazzo dell'ex l'ufficio del registro al Paese, e i 7.000 euro di ferie arretrate pagate ad un dipendente andato in pensione (contro la normativa vigente come da noi dimostrato), non avrebbero potuto essere usati come contributo alle associazioni commercianti del lido e del paese.
Un assessore che afferma di non avere soldi per organizzare gli eventi estivi in una città che di turismo vive, dovrebbe prendere atto della inconsistenza del proprio ruolo e dimettersi.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle Giulianova

Pubblicato in Turismo
Giovedì, 26 Novembre 2015 11:51

Benvenuti.

Benvenuti nuovi assessori!!

l neo assessore al bilancio Giovanardi è molto noto alla politica: consulenze alla Ruzzo, sindaco presso la Giulianova patrimonio, e poi revisore unico sempre presso la Giulianova Patrimonio. In pratica incarichi per decine di migliaia di euro nel corso degli anni, sempre grazie ad enti infestati dai partiti. Adesso assessore con Mastromauro... speriamo che si sia ricordato di dimettersi dalla propria poltrona presso la Giulianova patrimonio
.

Grimi, presidente di Confesercenti, è stato duramente criticato da molti dei commercianti che lo hanno accusato di fare più gli interessi della politica, che quelli della categoria. E guarda caso, dopo qualche tempo lo troviamo sulla poltrona di assessore: speriamo che nel frattempo si sia ricordato di dimettersi da presidente di Confesercenti.

Pubblicato in Notizie