Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Sabato, 23 Gennaio 2016 17:46

Nuovi debiti per i giuliesi

Maggioranza allo sbando, Giunta in continuo subbuglio, Sindaco incapace di far squadra mentre Giulianova sprofonda. 
Un 2015 di nulla, con Mastromauro impegnato in passerelle con D’alfonso, chiacchiere e nel proporre progetti inutili e distruttivi: vedasi caserma dei carabinieri nell’ex mercato coperto, con tutta la cittadinanza e le forze politiche -anche quelle di maggioranza - che hanno spinto per una retromarcia del Sindaco. 
Il 2016 si apre con un debito fuori bilancio di 300 mila euro non ancora riconosciuto e scaricato dalla stessa maggioranza del PD, che rifiuta ad oggi di approvare il debito, chiedendo una relazione esaustiva e la certificazione dell’importo al dirigente dell’area sociale e quello dell’area bilancio ancora non pervenuta. 
La proposta del Sindaco di istituire una tassa di soggiorno, è stata bocciata dalla legge finanziaria, che sospende per quest’anno il potere degli enti locali di istituire nuove tasse. 
Il Sindaco continua a sperperare quel po’ di denaro pubblico delle casse comunali in nomine e incarichi: vedi nomina legali esterni anche per i contenziosi minimi. 

Pubblicato in Bilancio
Giovedì, 07 Gennaio 2016 16:14

No alla privatizzazione della Julia Servizi!!

Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle si oppongono fermamente alla vendita della Julia Servizi, società che risulta essere in attivo
Si parla spesso di dismissione delle società partecipate. La maggioranza e Mastromauro devono mettere per prima cosa all’ordine del giorno la dismissione della Giulianova Patrimonio, partecipata totalmente inefficiente e in continua perdita.
Oltre a preservare i posti di lavoro della partecipata, la Julia servizi deve restare pubblica proprio a causa dell’importanza delle forniture gas. Infatti, se il Comune resta proprietario si può andare incontro ai cittadini anche in caso di ritardo dei pagamenti, a causa del momento di crisi economica. Una privatizzazione e le esigenze di profitto potrebbero rendere meno flessibile la riscossione crediti di chi non è in grado di pagare con ricadute negative per chi è in difficoltà.

Pubblicato in Servizi ai cittadini
Venerdì, 20 Novembre 2015 11:00

Biddibi Boddibi Buu

Promesse tante, fatti zero. “Mastromauro 2020” il nulla, scarica anche il PD. 

Si è concluso con un rimpasto il primo anno e mezzo di chiacchiere, slogan e promesse della giunta Mastromauro, che si aggiunge ai 5 precedenti. Dopo Finanziamenti persi, aumento delle tasse a livelli esorbitanti (vedi TASI-TARI), decoro della città allo sfascio, debiti in aumento, manifestazioni estive quasi nulle, promesse di nuove infrastrutture, nuovo teatro, nuova caserma, nuovo palazzetto, nuova stazione ecologica e chi più ne ha più ne metta, nei fatti non si sono avute evidenze di tutto cio’. 
Ah no, scusate, sono stati realizzati 200 metri di pista ciclabile sul lungomare!!! 

Pubblicato in Notizie
Lunedì, 09 Novembre 2015 19:25

Personale POC senza stipendio.

Il Movimento 5 Stelle – Giulianova e Margherita Trifoni chiedono spiegazioni al sindaco Mastromauro e al governatore D’Alfonso, sulla questione della Piccola Opera Charitas.
I lavoratori sono stati lasciati senza stipendio dopo che il sindaco e il presidente della regione li avevano rassicurati sul futuro della struttura, alcuni mesi fa.

Pubblicato in Sociale
Sabato, 24 Ottobre 2015 13:33

Mastromauro appoggi il referendum.

Dopo aver compattato tutte le più importanti forze politiche e molte associazioni sul NO alla caserma al Mercato coperto, dopo essere stato smentito dal suo stesso partito, il sindaco continua imperterrito e solo sulla sua strada.
Questa volta tira in ballo il fantomatico forum dei cittadini che dovrebbe riunirsi e dare un proprio parere non vincolante sulla caserma.

Pubblicato in Territorio
Martedì, 20 Ottobre 2015 16:27

Abbandonato anche dal suo partito.

Abbandonato anche dal PD sulla caserma, Mastromauro sarà costretto a tornare sui suoi passi riguardo alla caserma all’ Annunziata.
La levata di scudi di tutte le opposizioni, il referendum proposto da noi del Movimento e il partecipatissimo incontro del Cittadino governante, hanno sortito l’effetto desiderato: il PD ha scelto per una volta di non assecondare le astruse decisioni del sindaco, che ha subito un duro colpo di immagine.

Pubblicato in Territorio
Lunedì, 21 Settembre 2015 09:27

Il gioco delle tre carte

Scusate abbiamo sbagliato: ossia sulla TARI non abbiamo sbagliato.
Il Sindaco e l’assessore Verdecchia confermano i dubbi avanzati dal Movimento 5 Stelle - Giulianova, ossia che l’incertezza e l’impreparazione in giunta regnano sovrane: il sindaco dice una cosa, l’assessore un’altra.

Pubblicato in Servizi ai cittadini
Martedì, 15 Settembre 2015 14:44

Maggioranza: come gli struzzi!

La giunta si è appropriata della proposta del Movimento 5 Stelle sul Baratto Amministrativo, presentata dalla Consigliera Trifoni ad inizio estate, per nascondere le nefandezze e i danni che sta arrecando ai cittadini Giuliesi, come dimostra il fallimento milionario del CIRSU, di cui Mastromauro è tra i principali responsabili. Un modo per coprire l’incompetenza politica, l’immobilismo e l’aumento della pressione fiscale inflitta ai cittadini tramite le tasse.

Pubblicato in Servizi ai cittadini
Giovedì, 27 Agosto 2015 09:07

Dimissioni subito!

Cartelle pazze TARI

Dopo anni e anni al “disservizio” del comune, il sindaco finalmente si è accorto dell’incompetenza del dirigente Pirocchi
Non bastava una tassa dei rifiuti a livelli altissimi. Negli scorsi giorni il comune è stato letteralmente assediato dai cittadini, imbufaliti per le “bollette pazze” ricevute dall’ufficio tributi. 

Pubblicato in Bilancio
Lunedì, 10 Agosto 2015 13:52

Mastro-prezzemolo e la scuola

Mastromauro già incapace di gestire le questioni che gli competono in città, si occupa di argomenti che sono del tutti estranei alle attività di un Sindaco. “Mastro-prezzemolo”, intromettendosi sulle questioni scolastiche della settimana corta Si/No, mette in discussione le decisioni prese dal Consiglio di Istituto, andando contro quelli che sono i principi di autonomia della scuola. E’ necessario ricordare al Sindaco che il suo compito sarebbe quello di garantire, con infrastrutture, servizi, il sereno svolgimento dell’attività didattica stabilita dalla scuola in piena autonomia: Il Consiglio di Istituto delibera e il Comune ottempera Art. 10 Testo unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione D.Lgs. 297 del 16 aprile 1994 .

Pubblicato in Servizi ai cittadini
Pagina 4 di 6