Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Il bilancio 2015 è la prova del nove di quello che abbiamo detto a partire dal 2013, ossia che le casse del comune sono state dissestate nell’anno precedente alla campagna elettorale e in quello della campagna elettorale ossia il 2014.

Il fondo cassa del comune è in leggera risalita, dopo aver toccato il minimo storico del 2014, ridotto ad appena 600.000 euro. Quest’anno si chiude a 1.300.000, proprio perché siete stati costretti a fare dei tagli, molti dei quali sono già stati suggeriti da noi. Altri ce ne saranno nel preventivo 2016, e finalmente avremo la tanto agognata riduzione dei dirigenti addirittura da 4 a 2, a testimonianza che il quarto dirigente non era affatto necessario.

Noi lo diciamo da tempo, voi ci siete arrivati solo in parte nel 2016. Siete stati costretti dalla normativa nazionale alla riduzione del personale del comune , ridotto di tre unità con risparmio attorno ai 100.000 euro.

La spesa corrente, per forza di cose è scesa, proprio perché aveva raggiunto negli anni passati un livello che era semplicemente insostenibile, in particolare nel 2014.

Da 23,432 milioni a 22,5 milioni: risparmio di 900.000 euro

L’acquisto beni di consumo e di materie prime è passato da 868.000 euro a 615.000 (749.000 nel 2013): ossia 250.000 euro . Come mai un differenza così netta che sfiora il 30%?

Spiegate alla cittadinanza per favore che cosa sono gli oneri straordinari della gestione corrente? A cosa è imputabile la diminuzione da 935.000 euro a 511.000 euro?

Più di 600.000 riguardano queste due voci, e deve essere chiarito alla cittadinanza il perché.

Le entrate di trasferimento da parte di stato e regione sono aumentati di circa 300.000 euro rispetto al 2014, per cui per una volta non dovreste lagnarvi.

Pubblicato in Bilancio
Martedì, 26 Maggio 2015 07:56

I venditori di fumo.

Le promesse e le bugie del sindaco si sono schiantate contro la tragicità dei numeri del bilancio della nostra città.

Le tasse sono aumentate in media del 17% (aumenti TASI, TARI) mentre la città versa nell’incuria più totale. La spesa del comune è aumentata nel 2014 di ben 7 milioni di euro, per far fronte alle promesse della campagna elettorale, ossia voucher e lavori temporanei. 
Anche se volessimo togliere il debito per l’esproprio del parco Franchi (4,5 milioni) ci sarebbero più di 2 milioni di euro di spesa in più!

Pubblicato in Bilancio
Sabato, 07 Febbraio 2015 11:03

La cicala e le Mastroformiche

Sull’esproprio del Parco Franchi è ora che il Sindaco Francesco Mastromauro faccia chiarezza e informi tutta la cittadinanza.

Spesso il Comune di Giulianova fa vanto della democrazia partecipata, peccato che la Giunta decida di escludere sempre e comunque dai tavoli di lavoro più importanti le opposizioni, che hanno un ruolo fondamentale nella vita democratica, principio che invece sembra sfuggire costantemente a Mastromauro.

Pubblicato in Bilancio