Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Martedì, 22 Novembre 2016 15:50

Piscina comunale: una vicenda kafkiana

Il Movimento 5 Stelle si interroga sulla situazione della piscina comunale. La riapertura è prevista per l’inizio di dicembre, ma constatiamo che ad oggi (martedì 22 novembre) i lavori non sono ancora ricominciati.
Riassumiamo brevemente le vicenda kafkiana: a seguito del terremoto la piscina comunale era stata chiusa, e la riapertura annunciata per la metà di novembre. Poi la chiusura è stata prorogata al 20 novembre, in quanto la ditta a cui sono stati affidati i lavori era impegnata all’estero. Ora una ulteriore proroga e la piscina dovrebbe riaprire il 5 dicembre. 
Di fatto si sono perse tre settimane in attesa della ditta incaricata, che percepirà circa 20.000 euro.

Non sarebbe stato possibile affidare i lavori sulle canalizzazioni dell’impianto di areazione ad un’altra ditta? E’ normale aver perso tre settimane ed insistito con la stessa ditta? E’ possibile che gli utenti, le società sportive, i ragazzi che praticano il nuoto agonistico, che tante soddisfazioni hanno avuto negli ultimi tempi, abbiano dovuto subire tali disagi e non siano stati informati adeguatamente? 

In sintesi, un altro pasticcio di questa amministrazione, che ha perso tre settimane di tempo, creando enormi problemi agli utenti ed ai lavoratori.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Pubblicato in Servizi ai cittadini
Martedì, 29 Settembre 2015 15:16

Orari non idonei.

La ditta Gaspari sta creando dei considerevoli disservizi agli alunni delle scuole di Colleranesco e di Giulianova Alta, tra le giuste proteste dei genitori.
Gli alunni sono costretti a restare fino alle 15.00 e fino alle 16.45 a scuola a causa delle riduzione del servizio, che viene dunque effettuato da un solo bus nel pomeriggio. Orari del tutto inidonei per degli studenti. 
Tutto cio’ è semplicemente scandaloso, e restiamo allibiti per il fatto che il sindaco e la giunta non richiamino la ditta, costringendola ad effettuare un servizio che metta i nostri figli nelle migliori condizioni di frequentare la scuola.

Pubblicato in Sociale