Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Martedì, 23 Febbraio 2016 16:01

AUMENTO DEGLI ONERI CONCESSORI (EX BUCALOSSI)

Con l’aggiornamento delle tariffe degli oneri di urbanizzazione, primaria e secondaria, per il prossimo quinquennio, la Giunta Mastromauro si appresta a ratificare per i giuliesi un nuovo aumento delle imposte locali. Infatti, per ottenere i futuri permessi edificatori di edifici residenziali, commerciali, turistici o direzionali si passerà da una tariffa di 1,90 euro/mc a 4,52 euro/mc (+238%) per le opere di urbanizzazione primaria, e da una tariffa di 3,47 euro/mc a 15,89 euro/mc per le opere di urbanizzazione secondaria (+458%). Già a fine anno inoltre il Comune aveva aumentato le tariffe dei diritti di segreteria per le pratiche edilizie tipo Permessi a costruire, SCIA e richieste di agibilità.

Pubblicato in Bilancio
Lunedì, 22 Dicembre 2014 20:41

Babbo Mastro

Nel più totale silenzio di tutti i mezzi di informazione locali, che continuano ad occuparsi di problemi secondari della città (vedasi gli alberi di Natale), a Giulianova si sta per compiere il più grande scempio urbanistico della storia recente locale.
Il Movimento 5 stelle dice No alla speculazione edilizia sul lungomare Nord, messa in atto dalla giunta Mastromauro, che vuol stravolgere i principi basilari della pianificazione urbanistica, secondo cui l’altezza di un edificio deve essere proporzionato alla distanza tra gli edifici stessi.
La Giunta Mastromauro si appresta a concedere permessi di ampliamento per le strutture alberghiere con uno sviluppo pari a 24 metri nelle così dette zone E5. Tutto ciò solo per avvantaggiare qualche amico.

Pubblicato in Urbanistica
Martedì, 19 Giugno 2012 13:59

Tutti in classe C

case classe C a giulianova

La legge 10 entrata in vigore nel 1991, definisce la normativa di attuazione del Piano Energetico nazionale in materia di uso dell’energia che ha come obiettivo la sua razionalizzazione per il riscaldamento dell’organismo edificio. La legge impone di redigere a cura di un professionista abilitato una relazione tecnica sulla progettazione e la verifica di tutte le dispersioni termiche dell’abitazione in modo da limitare gli sprechi di calore; il rispetto della normativa comporterebbe il consumo in circa 14 metri cubi di metano al metro quadrato calpestabile all’anno. Gli edifici sono responsabili di gran parte dei consumi energetici e delle emissioni di gas serra italiani: dal 2000 al 2010 i consumi legati all'edilizia sono cresciuti più degli altri arrivando al 53% dei consumi elettrici e al 35% del totale energetico.

Pubblicato in Energia