Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Sabato, 29 Ottobre 2016 09:29

Tassa di soggiorno, No Grazie!

L’approvazione della tassa di soggiorno - a cui il Movimento si è opposto - ha messo in luce alcuni aspetti : innanzitutto si registra la spaccatura di Civicamente. E’ singolare che il consigliere Mustone si sia astenuto sugli emendamenti presentati dal compagno di gruppo Ragni, che a sua volta si è astenuto sulla tassa di soggiorno. Un bel pasticcio insomma.

La giunta ha disatteso totalmente la consulta del turismo, che di fatto ha visto sconfessate le proprie proposte e il proprio parere che doveva essere di fatto vincolante.
Ora si parla di piano triennale del turismo e di collaborazione con la consulta: se la collaborazione è quella che c’è stata per l’introduzione della tassa di soggiorno, allora è meglio lasciar perdere sin da subito.
Alla giunta Mastromauro servono delle entrate supplementari, dato lo stato pessimo dei conti e le costanti perdite annue per l’ente comunale. 

Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle – Giulianova vigileranno sull’ammontare delle entrate e sull’utilizzo di esse, che per legge devono essere destinate all’implementazione del turismo.
Se il sindaco e la sua giunta credono di usare la somma per chiudere il bilancio preventivo, ossia come “trucco” contabile, si sbagliano di grosso.
Vi staremo addosso, contateci.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle – Giulianova

Pubblicato in Turismo

È necessario premettere che il Movimento 5 Stelle - Giulianova è contrario all’idea di imporre nuove tasse, anzi l’auspicio è quello di vedere una riduzione della pressione fiscale. Tuttavia la giunta Mastromauro sembra aver deciso a favore di questa nuova imposta.

Per il Movimento 5 Stelle - Giulianova, la precondizione per introdurre la tassa di soggiorno sta nel considerarla esclusivamente come una tassa di scopo, in modo tale che tutte le risorse che ne derivano vadano investite in azioni per il potenziamento del settore turistico al fine di migliorare i servizi e l’ospitalità nel Comune di Giulianova. Non un euro della tassa di scopo deve dunque essere sottratta a tale obiettivo. Quando diciamo questo, intendiamo servizi turistici in senso stretto, non certo per rimpinguare il bilancio disastrato del Comune o utilizzarlo per altri scopi che nulla hanno a che vedere con il turismo. La consigliera Margherita Trifoni propone che con la tassa di soggiorno nasca una collaborazione tra amministrazione comunale e operatori turistici, albergatori innanzi tutto, affinché gli introiti vengano destinati alle priorità turistiche concordate insieme, e servano per finanziare campagne di promozione, eventi effettivamente attrattivi, migliorare le organizzazioni e le infrastrutture destinate a questo scopo. Inoltre, chiediamo che la tassa di soggiorno sia più equa e a portata di famiglia, proponendo di non far pagare la tassa di soggiorno ai turisti minorenni in vacanza con i genitori, agli studenti universitari e a tutti i portatori d’invalidità certificata che pernottano nella nostra città.

Auspichiamo che l’amministrazione comunale e il PD siano sulla via del confronto costruttivo e della collaborazione con chi, come noi del Movimento 5 Stelle, porta continue proposte e idee in ambito comunale e possa accogliere positivamente le proposte della consigliera di opposizione Margherita Trifoni.

Margherita Trifoni - Movimento 5 Stelle - Giulianova

Pubblicato in Turismo
Sabato, 23 Gennaio 2016 17:46

Nuovi debiti per i giuliesi

Maggioranza allo sbando, Giunta in continuo subbuglio, Sindaco incapace di far squadra mentre Giulianova sprofonda. 
Un 2015 di nulla, con Mastromauro impegnato in passerelle con D’alfonso, chiacchiere e nel proporre progetti inutili e distruttivi: vedasi caserma dei carabinieri nell’ex mercato coperto, con tutta la cittadinanza e le forze politiche -anche quelle di maggioranza - che hanno spinto per una retromarcia del Sindaco. 
Il 2016 si apre con un debito fuori bilancio di 300 mila euro non ancora riconosciuto e scaricato dalla stessa maggioranza del PD, che rifiuta ad oggi di approvare il debito, chiedendo una relazione esaustiva e la certificazione dell’importo al dirigente dell’area sociale e quello dell’area bilancio ancora non pervenuta. 
La proposta del Sindaco di istituire una tassa di soggiorno, è stata bocciata dalla legge finanziaria, che sospende per quest’anno il potere degli enti locali di istituire nuove tasse. 
Il Sindaco continua a sperperare quel po’ di denaro pubblico delle casse comunali in nomine e incarichi: vedi nomina legali esterni anche per i contenziosi minimi. 

Pubblicato in Bilancio