Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Il Movimento 5 Stelle vuole incentivare la cultura del “non-spreco” favorendo uno stile di vita a impatto zero e riducendo i rischi di pericolo per chi decide di spostarsi in città muovendosi a piedi o con la bicicletta. I percorsi pedonali e le piste ciclabili devono essere estesi a tutta la città e devono avere la precedenza su tutti gli altri mezzi, come avviene da sempre nei paesi del Nord- Europa. Una mobilità differente non solo è necessaria per lo svolgimento di attività quali lavoro, studio e tempo libero ma è anche la condizione per godere degli spazi cittadini come beni comuni; insomma una riconquista da parte di tutti e in particolare di anziani, studenti, disabili, bambini, poveri, non patentati e non auto-muniti.

PISTE CICLABILI e AREE PEDONALI

  • Sviluppo di reti di piste ciclabili protette ed estese a tutta l’area urbana ed extra-urbana;
  • Istituzione di parcheggi permanenti per le biciclette in tutta l'area urbana e negli spazi condominiali;
  • Aumentare la sicurezza dei percorsi ciclabili esistenti. Rendere più idonea e conforme al codice della strada la separazione tra percorsi pedonali e piste ciclabili;
  • Realizzare un collegamento ciclabile sicuro per la zona del Porto ricavandolo all'esterno;
  • Installazione di canaline di risalita per le bici tra il lido e la parte alta della città (salita Montegrappa);
  • Realizzazione di parcheggi di scambio auto-bici che consiste nel lasciare l'auto subito fuori il centro città, nel punto in cui si trova una postazione di bike sharing o un mezzo pubblico veloce e diretto;
  • Riqualificazione generale del percorso ciclo-turistico che costeggia l'argine del fiume Tordino;
  • Collegare l'aumento di aree pedonali ad una serie di interventi coordinati che riguardano il piano traffico, il trasporto pubblico, le manifestazioni pubbliche e il miglioramento dell'arredo urbano;
  • Pedonalizzazione di corso Nazario Sauro nel rispetto delle oltre 1.000 firme raccolte dal Comitato cittadino;
  • Progressiva Pedonalizzazione del Lungomare monumentale e di altre zone d'interesse collettivo;
  • Ridefinizione dell'intera circolazione pedonale e ciclabile di Piazza Dalmazia;
  • Accantonamento del progetto scala mobile a favore di un recupero complessivo della salita Montegrappa e di via delle Fontanelle in totale abbandono;
  • Attivare il progetto "Piedibus" per le scuole cittadine;
  • Ripristinare la manutenzione ordinaria e costante dei marciapiedi e dei tombini;
  • Redigere un piano organico delle pedonalizzazioni nel periodo estivo;

TRASPORTO PUBBLICO

  • Potenziamento dei mezzi pubblici a uso collettivo e dei mezzi pubblici a uso individuale (car sharing) con motori elettrici alimentati da reti;
  • Campagna di sensibilizzazione mirata ad incentivare l'utilizzo dei mezzi pubblici in città;
  • Aggiornamento di tratte, linee e razionalizzazione dei percorsi mirata a rendere efficiente l'intero servizio;
  • Aumento del trasporto negli orari serali del periodo estivo. Navetta estiva esclusiva per il lungomare da nord a sud e per il collegamento lido-paese;
  • Rispetto degli orari e creazione del servizio “a chiamata” sfruttando le nuove tecnologie di satelliti e smartphone;
  • Servizio di trasporto di pazienti con patologie tumorali da e verso le strutture ospedaliere;
  • Fornire di porta-biciclette tutti i bus cittadini creando un servizio di Bici + Bus comunale gratuito;
  • Creazione di una linea esclusiva per gli studenti delle scuole secondarie;

ACCESSIBILITA' PER DISABILI

Non è possibile che ancora oggi un cittadino disabile non può utilizzare i mezzi pubblici, come tutti gli altri. Per una corsa in bus o in treno gli spostamenti devono essere garantiti in tempo reale, come avviene per tutti gli altri cittadini; se così non è, possiamo solo considerare tutto questo una discriminazione nei confronti delle persone disabili.

  • Redigere immediatamente un Piano di mobilità per i disabili;
  • Garantire il rispetto della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità;
  • Rendere accessibili alle persone con disabilità motorie, sensuali e intellettive, in modo autonomo e completo, tutti i parchi comunali;
  • Abbattimento di tutte le barriere architettoniche presenti nel territorio cittadino e negli edifici pubblici, al fine di garantire a tutti il diritto alla libertà di movimento;
  • Garantire l’accessibilità dei disabili alle fermate dei treni e degli autobus;